Ripartire dalle donne: nascono nuovi Centri Antiviolenza in Italia con l’aiuto dello Stato!

[«SIAMO ripartiti dalle donne e non è un caso. La mia attività amministrativa dopo la pausa estiva è ripresa dal sostegno alla rete dei centri antiviolenza perché per noi questa è un’azione prioritaria e siamo impegnati a dare continuità al loro operato in un’ottica di sistema sempre più estesa». Così Monica Cerutti, assessora alle Pari opportunità della Regione, ha commentato l’approvazione da parte della giunta dei criteri per l’accesso ai finanziamenti destinati agli interventi dei centri antiviolenza e delle case rifugio esistenti, all’apertura di nuovi centri antiviolenza e case rifugio e all’individuazione di ulteriori soluzioni per l’accoglienza temporanea di donne vittime di violenza, sole o con i figli.] *Tratto dalla Repubblica.it – 30/08/2017*
mfront_stop_violence(1)
Facciamo una premessa.
Quando parliamo di violenza di genere, parliamo di tutte quelle forme di violenza, da quella psicologica e fisica a quella sessuale, allo stalking fino allo stupro, e che riguardano un vasto numero di persone discriminate in base al sesso.

La normativa a tutela della violenza contro le donne ci riporta alla L. 23.04.2009, n.38
con l’introduzione del reato di stalking; alla Convenzione del Consiglio d’ Europa sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne, Istanbul, 11 maggio 2011 ed alla L. Regionale per il contrasto alla violenza di genere 4 luglio 2014.

violenza-donne-bambiniSono in aumento le donne maltrattate che si rivolgono a un centro antiviolenza chiedendo accoglienza, consulenza psicologica nonché medica e le ‘grida d’aiuto’ sono arrivate sino ai vertici, i quali hanno deciso di sostenere chi fornisce sostegno alle vittime di violenza. Un esempio importante l’ha dato la Regione Piemonte rilasciando uno stanziamento complessivo per lo svolgimento di queste attività pari a 1.126.000 di euro.

violenza-contro-donne_0Aprire uno Sportello Antiviolenza non è impresa semplice, ma di certo non impossibile, persone competenti e motivate hanno intrapreso questa avventura e noi della EA Formazione supportiamo la causa erogando il Corso di Formazione per Operatrice Sociale Antiviolenza che fornisce le competenze necessarie per mettere su e gestire uno sportello in aiuto alle donne.

Sono passati esattamente 26 anni dalla prima Casa delle Donne, in questi anni in Italia, sono nati più di 70 ‪‎centri Antiviolenza e con questi presupposti molti altri ne nasceranno.

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...